La nostra storia

Nel 1824, su disegno dell’arch. Pestagalli nasce l’Istituto Ospitale Magri di Urgnano sulla base di contributi, lasciti e offerte di Bartolomeo Magri (1787), di Pietro Ghisleri (1806), di Francesco Magri (1810), di Agostino Suanardi (1817), di Francesco Valle (1817), di Bartolo Asti (1819), di Giovanni Albani e Figli (1822).

L’ospitale originario era gestito dalla Misericordia (forma di assistenza ai poveri e assistenza privata agli ammalati), garantiva un servizio continuativo, non solo di ricovero e assistenza ai bisognosi, ma anche di carattere sanitario e dietetico.

L’Istituzione ha sempre mantenuto nel tempo l’esercizio di attività socio-assistenziali e sanitarie previste dalle tavole di fondazione in diverse forme: assistenza ai poveri, ricovero per inabili al lavoro, casa di riposo per anziani.

Adesso è una Residenza Sanitario Assistenziale (RSA), cioè una struttura che gestisce attività socio-sanitarie assistenziali integrate a favore della terza età. Al suo interno gestisce anche un reparto dedicato ai malati di Alzheimer.

La nostra missione, come da Statuto, è quella di prestare ospitalità ed assistenza agli anziani di ambo i sessi in condizione di parziale autosufficienza e non autosufficienza, incapaci di provvedere in tutto o in parte a se stessi in modo autonomo che, per motivi di salute e/o familiari, si trovino nell’impossibilità di vivere da sole o con la propria famiglia.

La struttura dispone di una superficie di circa 4000 mq e si articola in cinque nuclei abitativi, ognuno autosufficiente nelle sue funzioni.

Oggi l’Istituto Ospitale Magri è una Fondazione costituita ai sensi di legge e in base alle disposizioni del codice civile (art.14-35).
La stessa è riconosciuta dalla regione lombardia in base al decreto pubblicato sul B.U.R.L. (bollettino ufficiale della regione lombardia) serie ordinaria num. 18 del 29/04/2002.

La RSA realizza un livello medio di assistenza sanitaria (medica, infermieristica e riabilitativa) integrato da un livello alto di assistenza tutelare ed alberghiera.

La struttura si trova nel centro di Urgnano, sviluppata su tre piani (seminterrato, piano terra e piano primo), organizzata in cinque nuclei abitativi, di cui uno “protetto” per le persone affette dal morbo di Alzheimer, per una capacità ricettiva complessiva di n. 95 (novantacinque) ospiti. Nel nucleo “protetto”, che si trova al piano terra, è stata realizzata anche una veranda multisensoriale che permette agli ospiti di recuperare, attraverso l’attività di arteterapia, mucisoterapia e terapia della bambola alcuni momenti di serenità. Gli altri nuclei sono disposti al piano primo della struttura. In ciascun nucleo abitativo vi sono la medicheria, la tisaneria, il locale pranzo, il locale soggiorno, le camere a due letti, i servizi igienici di pertinenza delle camere, i servizi igienici attrezzati e vari locali. Al piano terra vi sono inoltre la palestra di riabilitazione per la fisiochinesiterapia, gli uffici, la cucina centrale, la lavanderia – stireria – guardaroba, il salone polifunzionale, il locale per il culto, sala per le riunioni del consiglio di amministrazione dove lavora quotidianamente il presidente.

All’esterno spazi verdi con gazebo, fontana, panchine e sedie per la sosta e il riposo e un ampio parcheggio. La struttura funziona permanentemente 24 ore al giorno, per l’intera settimana e per tutto l’anno. I parenti e i conoscenti degli ospiti possono accedere all’interno dei nuclei tutti i giorni della settimana, in modo libero nelle ore diurne, in modo regolamentato dalle ore 20.00 alle ore 8.00.